Full Moon – prima mondiale


Full Moon – prima mondiale

FULL MOON

Coreografia e regia Mauro Astolfi

Danzatori Maria Cossu, Mario Laterza, Giuliana Mele, Giacomo Todeschi, Lorenzo Capozzi, Aurora Stretti, Pablo Girolami, Alice Colombo, Valentina Staltari

Disegno Luci Marco Policastro

Set Mauro Astolfi, Marco Policastro

Musiche AAVV

Costumi Anna Coluccia

Una produzione Spellbound con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Debutto 25 luglio 2018, Roma, Teatro Vascello, Festival Fuori Programma. Una luna piena osservata regala come un senso di completezza, un cerchio chiuso, perfetto. Ma genera anche inquietudine, sonni leggeri, strani istinti, a volte difficili da controllare. Si vorrebbe andare fuori, correre da qualche parte… scorre qualcosa di diverso nelle vene. Non ci si sente più tanto in se, e questo senso di desiderio e di trasformazione non agisce solo attraverso il solito senso “animale).. non serve diventare licantropi ,basta solo sedersi e guardarla per cominciare a chiedersi qualcosa di noi.. La Luna può veramente avviare trasformazioni potenti, può sollevare o abbassare le maree, impossibile pensare che non agisca fortemente su di noi. Ogni volta che qualcosa nella nostra vita è così potentemente carico di simboli, di significati… Improvvisamente e’ come se non ne avesse nessuno. Ma quando la si guarda di sicuro accade qualcosa e ci si sente diversi. Ne vale veramente la pena di aspettare il nuovo ciclo che si riformi ancora… È l’unico altro “mondo” che vediamo distintamente nel cielo.. la luna piena ci ricorda che ogni giorno può esserci un piccolo cambiamento Certo non si cambia in automatico, non qualcosa che accade per inerzia… serve moltissima energia.